Sei in:Home »  Amministrazione trasparente »  Organizzazione Vai a: Ambiente | Informazioni e servizi

Articolazione degli uffici

SERVIZIO TECNICO

Direzione Generale | Servizio Amministrativo | Servizio Tecnico | Frosinone | Latina | Rieti | Roma | Viterbo

Servizio tecnico Staff IPPC divisione ricerca e sviluppo divisione ambiente e salute divisione atmosfera e impianti divisione ecogestione

Divisione Ricerca e sviluppo

Dirigente: Dott. Angiolo Martinelli

La struttura è composta da 3 dipendenti.

La Divisione Ricerca e sviluppo si articola in due Unità:

  • Unità modelli e tecnologie ambientali
  • Unità progetti e rapporti sull'ambiente

Competenze: La Divisione ricerca e sviluppo svolge attività di supporto tecnico-scientifico alle strutture interne e alle istituzioni ed enti esterni nei campi di interesse dell'Agenzia, fornendo competenze nel settore della modellistica ambientale, della statistica e dell'innovazione tecnologica. Con riferimento a tale ambito, la Divisione svolge i seguenti compiti principali:

  • favorisce l'innovazione e lo sviluppo tecnico-scientifico dell'Agenzia;
  • acquisisce le metodologie più avanzate volte a migliorare la comprensione dei processi ambientali e sviluppa i modelli interpretativi dei fenomeni ad essi connessi;
  • cura l'elaborazione e l'integrazione dei dati ambientali a fini statistici, informativi e di scenario;
  • garantisce supporto matematico, statistico e modellistico alle strutture dell'Agenzia;
  • promuove, partecipa ed effettua il monitoraggio delle iniziative e dei programmi di ricerca regionali, nazionali e comunitari;
  • cura la redazione delle relazioni sullo stato dell'ambiente, in collaborazione con le altre divisioni del Servizio tecnico, la Regione, le Province e i Comuni;
  • cura la stesura di procedure operative per favorire il miglioramento e l'uniformazione dei processi e delle tecniche in uso presso le Sezioni provinciali e promuove l'adeguamento e il miglioramento delle relative strumentazioni;
  • organizza e aggiorna il catalogo dei progetti in atto presso il Servizio tecnico.

Il dirigente della Divisione ricerca e sviluppo, inoltre, coordina le attività svolte dall'Agenzia a livello regionale in materia di risorse idriche, con particolare riguardo a:

e svolge altre attività nell'ambito delle materie di propria competenza, quali:

  • supporto tecnico-scientifico alla Regione e ad altre Autorità mediante attività di consulenza, ricerca e assistenza, nonché partecipando a commissioni e comitati specifici;
  • collaborazione con ISPRA e le altre Agenzie del sistema ARPA/APPA;
  • raccolta, elaborazione e gestione dei dati ambientali ai fini della comunicazione istituzionale e diffusione al pubblico delle informazioni ambientali.

Per informazioni sui procedimenti amministrativi e sui servizi di competenza della si rimanda rispettivamente alle sezioni Attività e procedimenti e Servizi erogati (vedi Carta dei servizi).

Divisione Ambiente e salute

Dirigente: Dott. Vincenzo Addimandi

La struttura è composta da 2 dipendenti.

La Divisione ambiente e salute si articola in due Unità:

  • Unità rapporti con le strutture del servizio sanitario
  • Unità coordinamento delle attività di laboratorio

Competenze:

La Divisione ambiente e salute opera nell'ambito delle attività dell'Agenzia correlate ad aspetti sanitari svolgendo funzioni di coordinamento, indirizzo e verifica delle relative attività svolte dalle Sezioni provinciali, per favorire il miglioramento qualitativo e quantitativo delle loro prestazioni, la loro integrazione con le altre strutture dell'Agenzia, con i Dipartimenti di prevenzione delle Aziende Unità sanitarie locali (ASL) nonché con gli altri enti e istituzioni competenti del settore sanitario.

Con riferimento a tale ambito, la Divisione svolge i seguenti compiti principali:

  • promuove e coordina le relazioni tra le Sezioni provinciali e i Dipartimenti di prevenzione delle ASL per lo svolgimento le funzioni attribuite all'Agenzia, anche attraverso la stesura di intese e protocolli operativi;;
  • cura la pianificazione, l'assistenza, il coordinamento scientifico, l'integrazione e la verifica delle attività di supporto tecnico-analitico delle Sezioni provinciali, con particolare riferimento alle acque destinate al consumo umano, alle acque minerali, alle acque di piscina, agli alimenti, ai cosmetici e alle altre attività di interesse sanitario;
  • per le attività che rivestono valenza sia ambientale che sanitaria, promuove il coordinamento tra le Sezioni provinciali e i Dipartimenti di prevenzione delle ASL, anche attraverso la stesura di intese e protocolli operativi, e fornisce contributi agli studi di epidemiologia ambientale;
  • in collaborazione con l'Istituto superiore di sanità e il Ministero della salute, fornisce consulenza sulle tecniche analitiche, in particolare in campo batteriologico e microbiologico, e cura la stesura di procedure operative per favorire il miglioramento e l'uniformazione dei processi e delle tecniche in uso presso le Sezioni provinciali;
  • cura la raccolta, l'elaborazione e l'integrazione dei dati ambientali nell'ambito degli studi di epidemiologia ambientale;
  • collabora con l'Osservatorio epidemiologico regionale e l'Istituto zooprofilattico sperimentale del Lazio e della Toscana;
  • verifica i flussi informativi verso la Regione e gli altri enti competenti per le materie sopraindicate, nonché il corretto flusso di informazioni verso le banche dati dell'Agenzia.

e svolge altre attività nell'ambito delle materie di propria competenza, quali:

  • supporto tecnico-scientifico alla Regione e ad altre Autorità mediante consulenza, ricerca e assistenza nonché partecipando a commissioni e comitati specifici
  • collaborazione con ISPRA e le altre Agenzie del sistema ARPA/APPA
  • raccolta, elaborazione e gestione dei dati ambientali per le materie di propria competenza, anche ai fini della comunicazione istituzionale e diffusione al pubblico delle informazioni ambientali

Per informazioni sui procedimenti amministrativi e sui servizi di competenza della Divisione ambiente e salute si rimanda rispettivamente alle sezioni Attività e procedimenti e Servizi erogati (vedi Carta dei servizi).

Divisione Atmosfera e impianti

Dirigente: vacante (responsabile Direttore tecnico)

La struttura è composta da 9 dipendenti.

La Divisione atmosfera e impianti si articola in due Unità:

  • Unità aria
  • Unità Agenti fisici

Competenze: La Divisione atmosfera e impianti opera nell'ambito delle attività dell'Agenzia in materia di aria e agenti fisici, nonché di impianti e rischi industriali, svolgendo funzioni di coordinamento, indirizzo e verifica delle attività di competenza dei Servizi delle Sezioni provinciali.

Con riferimento a tale ambito, la Divisione svolge i seguenti compiti principali:

  • cura la pianificazione, l'assistenza, il coordinamento scientifico, l'integrazione e la verifica delle attività delle Sezioni provinciali in materia di qualità dell'aria, di emissioni di inquinanti e di sostanze odorigene in atmosfera, di radiazioni ionizzanti, di inquinamento elettromagnetico, acustico e luminoso, di controlli, verifiche e collaudi di sicurezza su impianti, apparecchi e attrezzature;
  • progetta e coordina le reti di monitoraggio, automatiche e non, necessarie ad espletare le attività istituzionali dell'Agenzia nelle materie di competenza della Divisione;
  • progetta e coordina le azioni necessarie a mantenere nello stato di massima efficienza le reti di monitoraggio dell'aria e delle radiazioni non ionizzanti, nonché le azioni utili al costante aggiornamento tecnologico di detti sistemi;
  • gestisce il catasto delle pratiche radiogene;
  • collabora con le Sezioni provinciali nell'attività di valutazione e di prevenzione del rischio di incidenti rilevanti connessi ad attività produttive;
  • collabora con le Sezioni provinciali, con la Protezione civile e con gli altri enti ed istituzioni per l'organizzazione del servizio per le emergenze ambientali;
  • verifica i flussi informativi verso la Regione e gli altri enti competenti per le materie sopraindicate, nonché il corretto flusso di informazioni verso le banche dati dell'Agenzia.

e svolge altre attività nell'ambito delle materie di propria competenza, quali:

  • supporto tecnico-scientifico alla Regione e ad altre Autorità mediante consulenza, ricerca e assistenza nonché partecipando a commissioni e comitati specifici
  • collaborazione con ISPRA e le altre Agenzie del sistema ARPA/APPA
  • raccolta, elaborazione e gestione dei dati ambientali per le materie di propria competenza, anche ai fini della comunicazione istituzionale e diffusione al pubblico delle informazioni ambientali

Per informazioni sui procedimenti amministrativi e sui servizi di competenza della Divisione atmosfera e impianti si rimanda rispettivamente alle sezioni Attività e procedimenti e Servizi erogati (vedi Carta dei servizi).

Divisione Ecogestione

Dirigente: vacante (responsabile Direttore tecnico)

La struttura è composta da 6 dipendenti.

La Divisione ecogestione si articola in due Unità:

  • Unità risorse idriche, rifiuti e siti contaminati
  • Unità processi e analisi ambientali

Competenze: La Divisione ecogestione opera nell'ambito delle attività dell'Agenzia correlate alla gestione del territorio, svolgendo i seguenti compiti principali:

  • cura la pianificazione, l'assistenza, il coordinamento scientifico, l'integrazione e la verifica delle attività delle Sezioni provinciali in materia di monitoraggio e controllo delle risorse idriche, di smaltimento dei rifiuti e bonifiche, in sintonia con gli enti locali interessati;
  • collabora con le Sezioni provinciali nella pianificazione degli interventi ambientali di area vasta di competenza regionale e nella valutazione dei piani e dei progetti ambientali di competenza della Regione e degli enti locali;
  • promuove e accompagna le iniziative delle istituzioni locali atte a favorire l'adozione di approcci e metodologie di pianificazione e di gestione del territorio volte alla promozione della qualità ambientale;
  • promuove le iniziative volte a favorire l'adozione di sistemi di gestione ambientale, di marchi di qualità merceologica nei sistemi di produzione e consumo, nonché di processi per l'incremento dell'efficienza energetica e lo sviluppo di energie rinnovabili;
  • fornisce assistenza tecnico-scientifica e consulenze per la promozione della diffusione nelle industrie di tecnologie ecologicamente compatibili, di prodotti e sistemi di produzione a ridotto impianto ambientale;
  • gestisce la Sezione regionale del catasto dei rifiuti in collegamento con la sezione nazionale;
  • verifica i flussi informativi verso la Regione e gli altri enti competenti per le materie sopraindicate, nonché il corretto flusso di informazioni verso le banche dati dell'Agenzia.

e svolge altre attività nell'ambito delle materie di propria competenza, quali:

  • supporto tecnico-scientifico alla Regione e ad altre Autorità mediante consulenza, ricerca e assistenza nonché partecipando a commissioni e comitati specifici
  • collaborazione con ISPRA e le altre Agenzie del sistema ARPA/APPA
  • raccolta, elaborazione e gestione dei dati ambientali per le materie di propria competenza, anche ai fini della comunicazione istituzionale e diffusione al pubblico delle informazioni ambientali

Per informazioni sui procedimenti amministrativi e sui servizi di competenza della Divisione ecogestione si rimanda rispettivamente alle sezioni Attività e procedimenti e Servizi erogati (vedi Carta dei servizi).

Staff prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento (IPPC)

Dirigente: vacante (responsabile Direttore tecnico)

La struttura è composta da 1 dipendenti.

Competenze: Lo Staff prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento (IPPC) garantisce la necessaria uniformità nello svolgimento delle attività dell'Agenzia, in relazione alla normativa in materia di prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento.

In particolare, con riferimento a tale ambito, lo Staff svolge i seguenti compiti principali:

  • definisce procedure e protocolli operativi al fine di uniformare le attività delle Sezioni provinciali, verificandone la corretta applicazione;
  • fornisce supporto, su richiesta, alle Sezioni provinciali nello svolgimento delle attività di loro competenza;
  • relaziona annualmente al Direttore tecnico sulle attività svolte dall'Agenzia;
  • assiste il Direttore tecnico nei rapporti istituzionali con il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, la Regione e le Province.

e svolge altre attività nell'ambito delle materie di propria competenza, quali:

  • fornisce il supporto tecnico alla Regione e ad altre Autorità mediante attività di consulenza, ricerca e assistenza nonché partecipando a commissioni e comitati specifici
  • collaborazione con ISPRA e le altre Agenzie del sistema ARPA/APPA
  • cura la raccolta, elaborazione e gestione dei dati ambientali per le materie di propria competenza, anche ai fini della comunicazione istituzionale e diffusione al pubblico delle informazioni ambientali

Per informazioni sui procedimenti amministrativi e sui servizi di competenza dello Staff IPCC si rimanda rispettivamente alle sezioni Attività e procedimenti e Servizi erogati (vedi Carta dei servizi).