Sei in:Home »  Amministrazione trasparente »  Personale Vai a: Ambiente | Informazioni e servizi

Procedura di conferimento incarichi

Ai sensi della vigente normativa (artt. 51,52 e 54 CCNL dirigenza 1994/1997; artt. da 27 a 29 CCNL 2000 AREA III dirigenza SPTA e IV dirigenza medica; artt. da 18 a 21 del CCIA dirigenza ARPA Lazio del 09.07.2009) le modalità di conferimento degli incarichi dirigenziali di ARPA Lazio sono in sintesi le seguenti:

1. Gli incarichi di direzione di struttura complessa sono conferiti con provvedimento del legale rappresentante dell'Agenzia:

  • a) per la dirigenza del ruolo medico e sanitario, secondo le procedure e i requisiti previsti dal DPR 10 dicembre 1997 n. 484;
  • b) per la dirigenza del ruolo tecnico, professionale e amministrativo, su proposta del direttore tecnico o amministrativo, a dirigenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, con esperienza professionale dirigenziale non inferiore a cinque anni, maturati con rapporto di lavoro a tempo indeterminato o determinato prestato senza soluzione di continuità.

Prima del conferimento dell'incarico l'Agenzia deve aver valutato eventuali domande di mobilità di dirigenti da altre aziende o enti in possesso dei requisiti richiesti con esperienza almeno quinquennale nella qualifica dirigenziale; L'incarico di direttore di sezione (art. 13,comma 2, LR 45/1998 istitutiva di ARPA Lazio ed art. 10, comma 4, del Regolamento dell'Agenzia, art. 19, comma 5, CCIA dirigenza), che nel contesto agenziale è equivalente ad un incarico di responsabile di dipartimento e, a norma dell'art. 54 del CCNL dirigenza 1994/1997, è annoverato fra gli incarichi di struttura complessa, è conferito dal legale rappresentante dell'Agenzia, sentiti il direttore tecnico e il direttore amministrativo, a un dirigente in servizio presso l'Agenzia, titolare di incarico di struttura complessa.

2. Gli incarichi di direzione di struttura semplice sono conferiti dal legale rappresentante dell'Agenzia su proposta scritta e motivata del direttore della struttura complessa cui afferisce la struttura semplice e previo parere del direttore tecnico o amministrativo ovvero di entrambi, a seconda dell'incarico da conferire nonché, nel caso delle sezioni provinciali, del direttore della sezione provinciale. Per il conferimento dei predetti incarichi è richiesto:

  • a) per la dirigenza del ruolo medico e sanitario un periodo di anzianità di almeno cinque anni e il superamento della verifica prevista al termine del primo quinquennio di servizio. Nel computo del quinquennio rientrano i periodi svolti con incarico dirigenziale a tempo determinato senza soluzione di continuità.
  • b) per la dirigenza del ruolo professionale tecnico e amministrativo un periodo di anzianità di almeno cinque anni.

3. Gli incarichi di natura professionale, di consulenza, studio e ricerca, di attività ispettive di verifica e di controllo, anche di alta specializzazione, sono conferiti dal legale rappresentante dell'Agenzia previo parere del direttore tecnico o del direttore amministrativo, ovvero di entrambi, in relazione alla natura della struttura stessa, acquisita la proposta scritta e motivata del dirigente della struttura complessa di afferenza del dirigente da incaricare. Qualora trattisi di incarichi conferiti nell'ambito delle sezioni provinciali viene acquisito anche il parere del direttore della sezione.

Gli incarichi professionali di base sono conferiti, decorso il periodo di prova, con provvedimento del legale rappresentante dell'Agenzia, previo parere del direttore tecnico o del direttore amministrativo, ovvero di entrambi, in relazione alla natura della struttura stessa, su proposta scritta e motivata del dirigente della struttura complessa di afferenza del dirigente cui conferire l'incarico. Qualora si tratti di incarichi da conferire nell'ambito delle sezioni provinciali viene acquisito anche il parere del direttore della sezione.